neurologia-neurologo-cassia-la-storta

NEUROLOGIA

Dott. ssa Roberta Renié
Specialista in Neurologia

Ospedale S. Andrea
MD, Department of Neurosciences, Mental Health and Sensory Organs- Sapienza University- Rome.
Ph D Student in Clinical and Experimental Neuroscience, La Sapienza University, Rome
Principali ambiti di interesse: diagnosi, cura e ricerca sulle malattie immuno-mediate del Sistema Nervoso Centrale 
 Diagnosi e cura della Sclerosi Multipla 
neurologia-neurologo-cassia-la-storta

neurologia-neurologo-cassia-la-storta
neurologia-neurologo-cassia-la-storta

neurologia-neurologo-cassia-la-storta
La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa che colpisce il sistema nervoso centrale.
È complessa e imprevedibile, ma non è contagiosa né mortale.

Grazie ai trattamenti e ai progressi della ricerca, le persone con sclerosi multipla possono mantenere una buona qualità di vita con un’aspettativa non distante da chi non riceve questa diagnosi.

È caratterizzata da una reazione anomala delle difese immunitarie che attaccano alcuni componenti del sistema nervoso centrale scambiandoli per agenti estranei, per questo rientra tra le patologie autoimmuni.

Il processo infiammatorio, scatenato dal sistema immunitario, può danneggiare sia la mielina (guaina che circonda e isola le fibre nervose) sia le cellule specializzate nella sua produzione (oligodendrociti) che le fibre nervose stesse.

Questo processo, detto demielinizzazione, può provocare aree di perdita o lesione della mielina, che vengono definite placche. Possono presentarsi ovunque nel sistema nervoso centrale, in particolare nei nervi ottici, cervelletto e midollo spinale.
Le placche possono evolvere da una fase infiammatoria iniziale a una fase cronica, in cui assumono caratteristiche simili a cicatrici (dette sclerosi).
In base all’entità e alla sede della lesione nel sistema nervoso centrale possono manifestarsi sintomi anche molto diversi tra loro.

È una malattia cronica:
al momento infatti non esiste una cura definitiva, ma sono disponibili numerose terapie che modificano il suo andamento, rallentandone la progressione.

Alcuni dati:

•  La sclerosi multipla (SM) può esordire ad ogni età della vita, ma è più comunemente diagnosticata nel giovane adulto tra i 20 e i 40 anni.
•  Ci sono circa 2,5-3 milioni di persone con SM, di cui 600.000 in Europa e circa 122.000 in Italia.
•  Il numero di donne con sclerosi multipla è quasi triplo rispetto agli uomini.
•  La SM è più diffusa nelle zone lontane dall’equatore a clima temperato, in particolare Nord Europa, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Australia del Sud. La prevalenza della malattia al contrario sembra avere una progressiva riduzione con l’avvicinarsi all’equatore.